centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenitazioni telefoniche

Seguici su:

Da chi è composto il servizio?

Il servizio a domicilio della S.C. Cure Palliative Area Metropolitana Asl3 è composto da un medico palliativista che collabora con il Medico di Medicina Generale di riferimento e gli infermieri. Una volta presi i contatti con il paziente, si pianifica il giorno e la fascia oraria indicativa per effettuare il supporto domiciliare.

Di cosa si occupa il servizio?

Il servizio si occupa di prevenire e sollevare il paziente dalla sofferenza e dai sintomi disturbanti attraverso interventi medici e infermieristici a domicilio. Esempi di sintomi disturbanti possono essere dolore, nausea, mancanza di appetito, affaticamento nel respirare, stitichezza, agitazione, etc. Il servizio ha anche lo scopo di sostenere e dare conforto alla famiglia rendendola parte integrante nel percorso di cura.

Con che cadenza vengono stabiliti gli accessi domiciliari?

Gli accessi domiciliari vengono decisi dall’équipe della S.C. Cure Palliative Area Metropolitana Asl3 in base alle necessità riscontrate nel paziente. È importante sottolineare che non si tratta di un servizio di emergenza.

Quando è possibile contattare il servizio?

È possibile contattare la segreteria del servizio al numero 010 849 9445 dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30. 

Chi fornisce materiali sanitari e ausili?

I materiali sanitari quali flebo, aghi, siringhe, garze, cerotti, etc. necessari a svolgere gli interventi infermieristici vengono forniti dal personale. Per quanto concerne la prescrizione dei farmaci ci si avvale anche del supporto del Medico di Medicina Generale. Gli eventuali ausili ad esempio: letto ospedaliero, materassino antidecubito, carrozzina, etc., qualora fossero necessari, verranno richiesti dal medico palliativista o dal Medico di Medicina Generale. Per quanto riguarda invece la fornitura gratuita di pannoloni e traversine monouso in caso di incontinenza, il paziente potrà rivolgersi preferibilmente al proprio Medico di Medicina Generale per la prescrizione tramite ricetta rossa.

Il servizio è gratuito o a pagamento?

Il servizio a domicilio delle Cure Palliative è gratuito in quanto rappresenta un diritto del paziente e della sua famiglia garantito dal Sistema Sanitario Nazionale.

Il servizio ha a disposizione delle badanti?

No, il nostro servizio non prevede delle badanti.

Chi è il caregiver?

Il caregiver è la figura di riferimento per il paziente e per la nostra équipe.  Tale figura rappresenta “colui che si prende cura” in prima persona delle necessità fisiche, organizzative, di vicinanza e supporto del paziente nella quotidianità. Solitamente è un ruolo che viene svolto da un familiare ma può esserlo anche un convivente o un amico.

A cosa serve il “kit farmaci” e come deve essere utilizzato?

Il “kit farmaci” che viene fornito comprende una flebo di soluzione fisiologica e diversi farmaci utilizzabili dai medici e infermieri per la gestione tempestiva di eventuali sintomi disturbanti come il dolore, l’agitazione, la nausea, etc.

Chi fornisce le informazioni sulla patologia e sul suo decorso rivolte al paziente?

L’onestà e la trasparenza verso la famiglia e il paziente è uno dei cardini fondamentali delle Cure Palliative. Le informazioni sulla patologia e sul suo decorso vengono comunicate dal medico oncologo che ha preso in cura il paziente e il team delle Cure Palliative resta a disposizione per eventuale supporto. La “quantità” di queste informazioni è regolata dalla richiesta espressa dal paziente.

Se la situazione in casa dovesse diventare di difficile gestione si ha la possibilità di scegliere una diversa modalità assistenziale?

Sì, qualora diventasse complicata la gestione a domicilio o qualora fosse una scelta del paziente, è possibile continuare l’assistenza presso gli Hospice presenti sul territorio. Attualmente sul territorio genovese gli Hospice disponibili sono tre: uno situato ad Albaro, uno a Bolzaneto e uno presente all’interno dell’Ospedale San Martino.

Qual è il ruolo del Medico di Medicina Generale una volta attivato il servizio?

Il Medico di Medicina Generale continua a seguire il paziente congiuntamente al personale specializzato delle Cure Palliative; entrambi, infatti, collaborano sul piano del trattamento e della cura contribuendo al coinvolgimento e al sostegno dei familiari.

Si può ottenere un altro parere medico specialistico o avvalersi del supporto di altre figure sanitarie che non fanno parte dello staff delle Cure Palliative?

Sì, nel caso è importante comunicarlo al medico curante e ai membri dell’équipe delle Cure Palliative.

Ultima modifica: 29 Maggio 2024