centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 
Giovedì, 20 Gennaio 2022 14:34

Scioperi nazionali del 28 gennaio 2022

Proclamati da NURSIND per tutto il personale del Comparto Sanità del S.S.N. e da USB PI per il personale di Comparto Sanità S.S.N., Policlinici Universitari e IPAB degli Enti locali

Ai sensi della legge n. 146/90 e successive modificazioni, si comunica che la Organizzazione Sindacale NURSIND - il sindacato delle Professioni Infermieristiche ha proclamato lo sciopero nazionale di 24 ore di tutto il personale del Comparto Sanità del S.S.N., per il giorno venerdì 28 gennaio 2022, dalle ore 7 del 28 gennaio alle ore 7 del 29 gennaio 2022.

L'Azienda assicurerà, negli Ospedali e nelle strutture sanitarie territoriali di propria competenza, il rispetto delle norme di legge sulla garanzia dei servizi pubblici essenziali e delle emergenze, per ridurre il più possibile eventuali disagi alla cittadinanza.

In particolare verranno garantiti i servizi di emergenza e di Pronto Soccorso. Potranno invece subire interruzioni e sospensioni le attività prenotate e programmate.

Aggiornamento del 20 gennaio 2022:

È stato proclamato lo sciopero nazionale per il personale del Comparto Sanità Pubblica, dei Policlinici Universitari e delle Istituzioni Pubbliche di Assistenza e Beneficenza afferenti agli Enti locali, per l’intera giornata del 28 gennaio 2022 (da inizio turno del 28 gennaio 2022 a fine turno della stessa giornata) da parte della Organizzazione Sindacale USB PI.

L'Azienda assicurerà, negli Ospedali e nelle strutture sanitarie territoriali di propria competenza, il rispetto delle norme di legge sulla garanzia dei servizi pubblici essenziali e delle emergenze, per ridurre il più possibile eventuali disagi alla cittadinanza.

In particolare verranno garantiti i servizi di emergenza e di Pronto Soccorso. Potranno invece subire interruzioni e sospensioni le attività prenotate e programmate.

Informazioni emergenza Coronavirus