Stampa questa pagina
Logo asl 3 genovese
Martedì, 15 Marzo 2022 13:05

Pillole di prevenzione - I disturbi cognitivi

On line l'approfondimento sui disturbi cognitivi. L'intervista al Dott. Claudio Ivaldi, referente Centro disturbi cognitivi e demenze.

Cosa sono i disturbi cognitivi?

I disturbi cognitivi sono caratterizzati dalla compromissione delle funzioni mentali di una persona, e si possono manifestare con difficoltà a prestare attenzione, perdita di memoria, alterazioni del linguaggio, disorientamento spaziale e temporale. Possono interferire con la capacità di eseguire azioni consuete della quotidianità come gestire la casa, organizzare la spesa, l'abbigliamento, assumere i farmaci, gestire il denaro ecc. e possono anche determinare cambiamenti nella sfera psicologica e comportamentale

Quali sono le cause?

I disturbi cognitivi possono essere causati da diverse condizioni patologiche che devono essere attentamente valutate da un clinico esperto; tra queste, le malattie degenerative (Alzheimer, Parkinson, ecc.) ma spesso anche problematiche cerebro-vascolari, metaboliche, psichiatriche, ecc.

Quando si arriva a parlare di demenza?

Quando questi disturbi sono tanto severi da causare la perdita dell’autonomia nello svolgimento delle attività quotidiane, per esempio essere in grado di fare la spesa, o prepararsi un pasto, o assumere i farmaci prescritti, o ancora nelle attività di base quali lavarsi, vestirsi, usare il bagno.

La qualità della vita può incidere sulla prevenzione di tali problematiche?

Esistono dati scientifici che evidenziano come l'attività fisica regolare, un'alimentazione con ridotto apporto lipidico e ricca di verdura e frutta, lo svolgere attività piacevoli, evitare l'eccessivo consumo alcolico e il fumo, possano ridurre l'incidenza della demenza; si è recentemente calcolato che circa 1/3 delle demenze potrebbe essere evitato adottando degli stili di vita corretti fin dall'età giovanile-adulta; la modifica dello stile di vita ha comunque significato anche in età avanzata.

A chi ci si può rivolgere in caso si manifestino i sintomi di disturbi cognitivi o demenza?

In Asl3 è possibile rivolgersi al Centro Disturbi Cognitivi e Demenze Asl3 (CDCD), che è il luogo dove incontrare un’equipe di esperti che possono definire l’entità del problema, diagnosticare le condizioni patologiche che lo causano e ottimizzare la cura, aiutando il paziente ed i familiari lungo tutto il percorso della malattia.

Quali servizi offre il Centro Disturbi Cognitivi e demenze Asl3 (CDCD)?

 Il nostro centro, con sede centrale presso l’Ospedale Micone e sedi territoriali nei Distretti, mette a disposizione una rete di ambulatori specialistici dedicati alla presa in carico complessiva del paziente, in collaborazione con il Medico di base, offrendo indicazioni terapeutiche per il trattamento cognitivo comportamentale e farmacologico dei disturbi della memoria e del comportamento, supporto e indicazioni per il mantenimento a casa delle persone con demenza. Contattandoci è possibile anche avviare i precorsi di accesso alla rete dei servizi regionali, ASL, Comunali, Centri Diurni, RSA, alla fornitura di ausili e presidi, senza dimenticare l’informazione e formazione per familiari e caregiver che assistono le persone con demenza

A questo proposito, quali strumenti Asl3 mette a disposizione per supportare a livello informativo le famiglie e i caregiver delle persone affette da demenza?

I professionisti del CDCD, nell'ambito del progetto regionale "Seconda stella in the air", hanno realizzato anche un supporto informativo multimediale per le famiglie attraverso alcuni video di spiegazione e approfondimento, dedicati a chi se ne prende cura, sulle varie forme di demenza, con le indicazioni per la migliore assistenza alle persone con demenza. Il percorso è stato realizzato in collaborazione con “La Giostra della Fantasia” – ONLUS. Per vederli è possibile collegarsi al canale Youtube della Giostra della Fantasia ONLUS (playlist dedicata)

Per maggiori informazioni sul Centro Disturbi Cognitivi e Demenze: pagina dedicata

Ultima modifica martedì, 22 marzo 2022 14:58