centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 

Dati di salute cittadini adulti

Sono da oggi disponibili i dati sulla salute dei cittadini adulti residenti in Liguria.

Si tratta dei Sistema di sorveglianza PASSI relativi al triennio 2010-2013, che costituiscono il punto di partenza su cui misurare i progressi in termini di salute da oggi al 2018, periodo di estensione dell’attuale Piano Regionale della Prevenzione 2014-2018.

Insieme, pubblichiamo il Focus sulla Salute mentale Asl 3 Genovese, approfondimento sui sintomi sentinella del disturbo depressivo maggiore utile a chi, come  professionista della salute, vuole porsi nella condizione di intercettare la depressione nei suoi pazienti e affrontarla col sostegno degli specialisti del settore.

Contributo della sorveglianza Passi al Piano Nazionale della Prevenzione 2014-2018.

In occasione del I workshop 2014 del Coordinamento Nazionale Passi, tenutosi a Roma il 26-27 marzo 2014 presso l'Istituto Superiore di Sanità, il dott. Claudio Culotta e la dott.ssa Rosamaria Cecconi (Coordinamento regionale ligure) hanno relazionato circa il supporto che il Sistema di sorveglianza Passi fornisce ai Piani della Prevenzione, sia a livello nazionale e regionale che a livello locale, in cui gli operatori del sistema sono gli stessi che partecipano alla progettazione e realizzazione degli interventi di salute.
Nell'esperienza di ASL3 Genovese tale supporto si è concretizzato nella contestualizzazione del Piano Aziendale della Prevenzione 2013-2015 (LINK).

Livello locale

Dagli obiettivi globali da raggiungere entro il 2025 indicati dall'Organizzazione Mondiale della Sanità appare evidente che solo i Paesi dotati di strumenti idonei a cogliere il cambiamento nel corso degli anni (quali i Sistemi di sorveglianza) potranno monitorare e valutare correttamente le loro attività.

E' stato sottolineato lo stretto legame tra le attività di conoscenza dei problemi di salute e quelle di programmazione, realizzazione e valutazione di interventi di promozione della salute.

In ASL3 Genovese questo legame è garantito anche dal fatto che gli operatori delle sorveglianze - in virtù della loro competenza nel metodo del Project Cycle Management - hanno partecipato direttamente alla fase di programmazione e alla progettazione degli interventi, assumendo un ruolo di coordinamento nella realizzazione del Piano aziendale di prevenzione. Con un'intensa attività di coinvolgimento degli stakeholder, ASL3 si è fatta promotrice di un processo di "costruzione sociale della salute", che responsabilizza diversi soggetti della comunità. In questo processo, i dati epidemiologici - compresi quelli prodotti dalla sorveglianza - hanno un grande ruolo per promuovere il cambiamento delle conoscenze (Know), delle convinzioni (Value) e dei comportamenti (Do) dei membri della comunità.

Ciò sottolinea l'importanza che i professionisti della salute pubblica associno alle competenze nella sorveglianza, anche altre abilità e competenze indispensabili per fare promozione della salute.

Scarica la presentazione su Passi.

Ultima modifica giovedì, 06 agosto 2015 14:27