centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 
Martedì, 03 Marzo 2020 16:20

4 marzo Giornata internazionale contro l'HPV

 On line un approfondimento sull'argomento a cura degli specialisti della S.C. Ostetricia e Ginecologia Asl3

Il 4 marzo si celebra l'International HPV Awareness Day, che si propone di dare impulso all’informazione e sensibilizzare sul tema HPV. 

In tale occasione gli specialisti della S.C. Ostetricia e Ginecologia Asl3, diretta dal dott. Gabriele Vallerino, rispondono alle principali domande sull'argomento. 

Che cosa è l'HPV?
L'HPV (Papilloma virus) è un virus che provoca un'infezione molto comune nella popolazione, che nella maggior parte delle donne scompare spontaneamente dopo uno o due anni. In alcuni casi, tuttavia, l'infezione può persistere e provocare lesioni che, se non curate, potrebbero a distanza di tempo originare un tumore. Il tumore HPV correlato più conosciuto è il tumore del collo dell'utero.

Che cosa è il tumore del collo dell'utero?
E' un tumore che può insorgere in relazione alla presenza di alcuni tipi di HPV in abbinamento a un sistema immunitario indebolito da fumo e altri fattori.

Si può prevenire il tumore del collo dell'utero?
Il tumore del collo dell'utero si può prevenire aderendo allo Screening organizzato dal Servizio Sanitario Nazionale. In Asl3 l'attività è gestita dalla S.S.D. Popolazione a rischio. Il programma prevede l'esecuzione gratuita di un Pap test per tutte le assistite sane di età compresa tra i 25 e i 64 anni che non risultano aver fatto un PAP test negli ultimi 3 anni. Le assistite ricevono l’invito a partecipare al programma di screening direttamente a casa per lettera:  nella lettera di invito sono indicate tutte le informazioni necessarie per un’adesione libera e consapevole allo screening. Per tutte le informazioni: http://www.screening.asl3.liguria.it/offerta_cervice.asp  - Tel.  010 849 8984

Come si contrae l'HPV?
Il contagio avviene per via sessuale anche in caso di rapporti non necessariamente completi. In alcuni casi l'infezione può essere trasmessa da una persona all'altra molti anni dopo che una delle due persone ha contratto il virus. Si può rimanere portatori sani del virus per molti anni, finché permane l'infezione, senza avere alcuna manifestazione. Il fatto di avere contratto l'infezione può quindi non avere nulla a che fare con l'attuale compagno. La positività al test per l'HPV non significa avere una malattia a trasmissione sessuale, ma solo presentare un fattore di rischio.

Come si cura?
Non ci sono medicine per curare l'HPV. In particolare è stato rilevato che non sono utili né antibiotici, né ovuli o lavande vaginali. La cosa più importante è identificare in tempo le alterazioni provocate dal virus, che sono quelle ricercate attraverso il Pap test. Generalmente le lesioni sono trattate con piccoli interventi chirurgici. Il trattamento viene eseguito preferibilmente con mezzi che permettono l'asportazione della lesione senza distruggerla. Questo infatti consente un ulteriore esame del tessuto. 

Come si eseguono questi esami?
Sia per il Pap test che per il test HPV l'ostetrica o il medico prelevano una piccola quantità di materiale dal collo dell'utero. Il prelievo è semplice, indolore e richiede pochi minuti.

Perché è consigliabile eseguire l'esame anche se non si hanno sintomi specifici?
Perché il tumore del collo dell'utero e le lesioni che lo precedono non sempre danno disturbi. Spesso solo i test di screening consentono di prevenirlo o di individuarlo in fase molto precoce.

Che cosa succede dopo aver fatto il test di screening?
Quando l'esito del test risulta nella norma la risposta viene spedita a casa con l'invito a ripetere il test con la periodicità prevista (attualmente triennale). Nel caso in cui il test evidenzi alterazioni l'indicazione sarà quella di eseguire una colposcopia.

Che cosa è la colposcopia?
La colposcopia è un controllo simile alla visita ginecologica che prevede l'utilizzo del colposcopio, strumento utile a fornire una visualizzazione illuminata e ingrandita del collo dell'utero. Se il Ginecologo riscontra alterazioni può eseguire una biopsia del collo dell'utero prelevando una piccola quantità di tessuto. In genere la Colposcopia non è dolorosa.

Che cosa succede dopo aver eseguito la colposcopia?
Se il collo dell'utero risulta normale o presenta solo lievi alterazioni non sono necessarie cure particolari e il Ginecologo indica quali controlli fare successivamente. Se invece il Ginecologo riscontra lesioni che necessitano di un trattamento, sarà possibile curarle gratuitamente presso il Centro specializzato di riferimento del programma di Screening.

Esiste un vaccino? Se sì, viene offerto in Asl3?
Sì. La vaccinazione è un alleato importante per ridurre il rischio del tumore, ma da sola non basta perché, se il vaccino somministrato prima del primo rapporto sessuale si dimostra efficace nel prevenire il 98% dei casi di infezioni da HPV, così non è se il vaccino è somministrato a donne che hanno già avuto rapporti sessuali: in questo caso l' effetto protettivo del vaccino diminuisce. E' quindi estremamente importante che tutte le donne, anche quelle vaccinate prima del primo rapporto sessuale, compiuti i 25 anni, si sottopongano con regolarità ad un PAP TEST di screening.

Il vaccino anti-papillomavirus è offerto nel 2020, come previsto dalla Delibera di Giunta Regionale n. 284 del 07.04.2017, con le seguenti modalità:

  • attivamente e gratuitamente alle ragazze e ai ragazzi nati nel 2009 che verranno convocati negli ambulatori dell'Igiene e Sanità Pubblica tramite lettera
  • gratuitamente alle ragazze che a suo tempo non avevano aderito all'offerta attiva e gratuita, fino al compimento del 18° anno di vita, che possono affluire liberamente a tutti gli ambulatori dell'Igiene e Sanità Pubblica
  • gratuitamente ai ragazzi a partire dalla coorte 2004 fino al compimento del 18° anno di vita.

Per ulteriori domande sull'HPV e sullo screening è disponibile sul sito tematico dedicato all'argomento la sezione "Domande più frequenti": http://www.screening.asl3.liguria.it/faq_cervice.asp
Per ulteriori informazioni sul vaccino: http://www.asl3.liguria.it/vaccinazioni/tipi-di-vaccinazione/item/560-vaccinazione-anti-papilloma-virus-hpv.html

Per approfondimenti: http://www.gisci.it/https://www.osservatorionazionalescreening.it/

 

Approfondimento a cura del Dott. Bruno Brusacà, Responsabile del servizio di screening del 2°livello e delle patologie del basso tratto genitale e del dott Sandro Viglino, responsabile territoriale dello screening del 2° livello per il cervico carcinoma

 

Informazioni emergenza Coronavirus

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.