centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 

Anagrafe bovini, ovini, caprini e suini

L’attività di gestione dell’anagrafe ex D.P.R. 317/96 e s.m.i., relativa all’identificazione e registrazione di bovini - ovini - caprini – suini ha lo scopo di:

  • Identificazione e registrazione degli animali.
  • Aggiornamento dell’elenco delle aziende che detengono animali conformemente ai requisiti della normativa comunitaria in modo da poter risalire all’azienda, al centro o all’organismo di origine o di passaggio.
  • Aggiornamento, con le cadenze previste della normativa vigente, della banca dati nazionale informatizzata nella quale figurano l’identità dell’animale, tutte le aziende e gli allevamenti presenti nel territorio e i movimenti degli animali.

Applicabilità

  • Agli animali appartenenti alla specie bovina, bufalina, ovina, caprina e suina.
  • Alle aziende in cui vengono tenuti, allevati e commercializzati (ivi compresi stalle di sosta e mercati) animali delle specie sopraindicate;
  • Ai proprietari e ai detentori individuati in qualsiasi persona fisica o giuridica responsabile, anche temporaneamente, di animali appartenenti alle specie sopra indicate.

Gli obblighi per l’azienda

Richiesta di attribuzione del Codice Aziendale
Il responsabile di un allevamento è tenuto, prima di iniziare l’attività, a richiedere l’assegnazione di un codice aziendale.
La richiesta va presentata alla Struttura Complessa Sanità Animale compilando il mod. AA_002.

Comunicazione di variazione dei dati aziendali
Il responsabile di un allevamento deve comunicare alla Struttura Complessa Sanità Animale , entro 7 giorni, ogni variazione dei dati aziendali compilando il mod. AA_002 e consegnerà l’attestato di attribuzione del codice aziendale mod. AA_004 in suo possesso.

Registro aziendale
In ogni allevamento deve essere tenuto un registro di carico e scarico, da richiedere a questa Struttura Complessa compilando il mod. AA_011 BOS. Se in azienda sono presenti più specie animali (bovina, ovicaprina, suina) ne dovrà essere tenuto uno per ciascuna specie allevata.

Nel caso in cui nella stessa azienda siano presenti animali appartenenti a diversi proprietari dovrà essere rilasciato un registro per ciascun proprietario.

Comunicazione di cessazione dell’attività
Il responsabile di un allevamento deve comunicare a questa Struttura Complessa, entro 7 giorni, la cessazione dell’attività compilando il mod. AA_003.
Al momento della comunicazione il responsabile dell’allevamento dovrà consegnare eventuali marche auricolari non utilizzate, che dovranno essere distrutte.

Movimentazione degli animali
Ogni spostamento (anche verso macello) degli animali della specie bovina, ovina, caprina e suina deve essere scortato dalla dichiarazione di provenienza degli animali (modello 4).
Eccettuato il caso di spostamento verso macello, il modello 4 deve essere firmato e timbrato da un Veterinario Ufficiale nel riquadro E relativo all’attestazione sanitaria.
Entro sette giorni dalla movimentazione i mod. 4, compilati nel riquadro D relativo al trasporto, devono essere consegnati alla Struttura Complessa Sanità Animale, che provvederà alla registrazione dello spostamento in Banca Dati Nazionale.

Anagrafe bovini

Marche auricolari
Le marche auricolari per l’identificazione dei bovini vanno richieste a questa Struttura Complessa compilando il mod. AA_012.

Iscrizione di un capo nato in stalla
Il detentore dell’allevamento, al fine di identificare correttamente gli animali è tenuto a richiedere alla Struttura Complessa Sanità Animale l’assegnazione dei marchi auricolari. Il detentore deve apporre i marchi auricolari a ciascun orecchio dell’animale entro 20 giorni dalla nascita, ed in ogni caso prima che il bovino lasci l’azienda dove è nato.
Dopo aver applicato ai padiglioni auricolari dell’animale le relative marche il detentore dovrà compilare il frontespizio della cedola identificativa:

  • barrando la casella Nuova Identificazione;
  • inserendo il proprio Codice aziendale;
  • inserendo il codice identificativo della madre;
  • inserendo nella casella Sesso la lettera M se trattasi di maschio ovvero la lettera F se femmina;
  • inserendo la data di nascita dell’animale nella forma giorno/mese/anno;
  • inserendo la data di applicazione del marchio nella forma giorno/mese/anno;
  • barrando la casella nato in azienda;
  • inserendo nel campo Razza la descrizione della razza del capo;
  • inserendo, nello spazio assegnato, il Nome e Cognome del detentore;
  • inserendo, nello spazio assegnato, il Nome e Cognome del proprietario se diverso dal detentore;
  • inserendo gli estremi fiscali del proprietario, se diverso dal detentore;
  • inserendo la Data di compilazione della cedola nel formato giorno/mese/anno;
  • apponendo la propria firma nell’apposito spazio riservato.

Il detentore dovrà quindi inviare o consegnare direttamente la cedola entro 7 giorni dalla marcatura del capo, eventualmente raggruppando in un unico plico cedole che si riferiscono a più animali.
Ultimate le verifiche il nuovo capo sarà inserito nella Banca Dati Nazionale; solo a questo punto potrà provvedere alla stampa e vidimazione del passaporto dell’animale inserito in anagrafe; quindi entro 14 giorni dal ricevimento della cedola, provvederà a consegnare od inviare all’azienda detentrice il passaporto dell’animale.

Iscrizione di un capo scambiato con Paesi dell’Unione Europea
I capi scambiati con i Paesi della Comunità Europea conservano i marchi auricolari originali e quindi non devono essere rimarcati. Gli animali scambiati con Paesi U.E. per i quali l’azienda di prima destinazione è rappresentata da un macello non devono essere iscritti in anagrafe. In tutti gli altri casi si dovrà seguire la seguente prassi: il detentore dell’allevamento in cui viene introdotto l’animale per la prima volta (con esclusione quindi dei Centri di raccolta e smistamento) dovrà entro 7 giorni consegnare copia del passaporto del paese di origine dell’animale alla Struttura Complessa Sanità Animale, unitamente a copia del certificato per gli scambi intracomunitari.

Iscrizione di un capo importato da Paesi Terzi
Il detentore dell’allevamento in cui è presente il capo bovino acquistato da Paesi Terzi è tenuto a rimarcare l’animale entro i 20 giorni successivi ai controlli previsti per tali importazioni e comunque prima che lasci l’azienda, escluso nel caso dei bovini provenienti dalla Svizzera, che conservano i marchi auricolari originali.
Le marche auricolari per la nuova identificazione richieste alla Struttura Complessa Sanità Animale compilando il mod. AA_012.

Sostituzione marche per smarrimento
In caso di smarrimento di una marca auricolare il Detentore del capo è tenuto a segnalare per scritto il fatto e richiedere contestualmente la ristampa dei marchi perduti, utilizzando il mod. AA_013. Tali marchi riporteranno lo stesso codice identificativo della marca smarrita.
Solo nel caso in cui la/le marca/marche smarrite appartenessero alle vecchie serie (per es. GE123456 o IT123GE123B123), le stesse andranno sostituite con marche riportanti un nuovo codice identificativo, da richiedere utilizzando il modulo AA_012.

Smarrimento di marchi non ancora applicati
In caso di smarrimento di marchi auricolari non ancora apposti agli animali il detentore dovrà immediatamente (48 ore) presentare denuncia del fatto alla Struttura Complessa Sanità Animale, che provvederà a comunicare la notizia inserendo il dato in Banca Dati Nazionale.

Sostituzione del passaporto per smarrimento
Se il detentore perde il passaporto di un animale, dovrà denunciare il fatto entro 7 giorni dallo smarrimento e richiedere un duplicato in sostituzione. Il nuovo passaporto oltre alla dicitura DUPLICATO, conterrà l’opportuno bar-code dell’animale.

Anagrafe ovicaprini

Gli animali della specie ovina e caprina devono essere identificati con due distinti mezzi di identificazione:

  1. un identificativo convenzionale, nelle forma di marchio auricolare;
  2. un identificativo elettronico, anch’esso nelle forma di marchio auricolare

Devono essere contrassegnati nell’azienda di origine, a cura e spese del detentore, entro i sei mesi dalla nascita e in ogni caso prima di lasciare l’azienda dove sono nati.

Marche auricolari
Le marche auricolari per l’identificazione degli ovicaprini vanno richieste compilando il mod. AA_014.

Censimento periodico
A marzo di ogni anno deve essere indicato sul registro di stalla il numero totale di ovini e di caprini presenti nell’allevamento e la data in cui è stato effettuato il rilevamento. Tali dati devono essere comunicati alla Struttura Complessa Sanità Animale utilizzando il mod. AA_047.

Anagrafe suini

Gli animali della specie suina devono essere identificati nell'azienda di origine, a cura e spese del detentore, entro settanta giorni dalla nascita, mediante l'apposizione di tatuaggio e l'applicazione di una marca auricolare che riportino per esteso i dieci caratteri del codice aziendale.

Legislazione principale

DPR 317/96

Informazioni aggiuntive

  • Dipartimenti: Sanitari territoriali - prevenzione
Ultima modifica venerdì, 30 agosto 2019 11:58

Informazioni emergenza Coronavirus

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.