centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 

Peste suina africana: informazioni e contatti per gestione emergenza

La Peste Suina Africana (P.S.A.) è una malattia infettiva di natura virale, altamente contagiosa per i suini sia domestici (maiali), che selvatici (cinghiali), ma che non colpisce l’uomo.

A seguito del rilevamento del virus della Pesta Suina Africana in carcasse di cinghiale rinvenute sul territorio della provincia di Genova e in quella di Alessandria, sono stati adottati a livello nazionale e regionale una serie di provvedimenti restrittivi finalizzati all’eradicazione della malattia e in prima istanza al contenimento della sua diffusione.

In particolare viene reso obbligatorio il fatto che chiunque rinvenga esemplari di cinghiali morti o moribondi, deve segnalarlo immediatamente al Servizio Veterinario della Asl territorialmente competente e deve astenersi dal toccare, manipolare o spostare l’animale prima dell’intervento del Personale autorizzato.

I contatti telefonici della S.C. Sanità animale di Asl3 ai quali poter inoltrare le segnalazioni sono:

  • 010 849 8654 (tasto 2) nei giorni lavorativi dal lunedì al venerdì negli orari dalle 7 alle 17
  • 010 849 11 (Centralino di Asl3) negli altri orari dei giorni feriali e nei giorni festivi.

Al momento della segnalazione è importante fornire al Veterinario Ufficiale dati precisi circa il luogo di rinvenimento dell’animale (coordinate geografiche), utilizzando anche documentazione fotografica e fornendo notizie relative alle dimensioni dell’animale o allo stato di conservazione della carcassa.

Ai fini della prevenzione della diffusione della Peste Suina Africana, il Ministero della Salute ha reso disponibili alcuni opuscoli informativi, rivolti sia genericamente a tutti i cittadini, che a specifiche categorie, quali ad esempio allevatori, cacciatori, veterinari e viaggiatori.

Si richiede la massima collaborazione di tutta la cittadinanza al fine di evitare seri danni a livello nazionale alla popolazione suinicola, al comparto della lavorazione delle carni e all’intera economia del paese per il conseguente blocco delle esportazioni.

Ultima modifica giovedì, 23 giugno 2022 12:15