centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 
Martedì, 19 Ottobre 2021 06:00

Pillole di prevenzione - Lo screening per il tumore al seno

In occasione della Giornata mondiale contro il tumore al seno, in programma come ogni anno il 19 ottobre, la Dott.ssa Nicoletta Gandolfo, Direttore del Dipartimento Diagnostica per Immagini e  Coordinatore Breast Unit Asl3, risponde alle principali domande sullo screening mammografico e sull'offerta di servizi in Asl3 per le donne in caso di necessità

 

Dottoressa Gandolfo, perché è importante aderire allo screening? 

Lo screening è un importante intervento di prevenzione di salute pubblica offerto gratuitamente a tutte le donne di età compresa dai 50 ai 69 anni residenti sul territorio di ciascuna provincia della Regione Liguria.
L’attività di prevenzione è rivolta alle assistite asintomatiche e che non hanno avuto in precedenza una diagnosi di tumore mammario. Queste vengono invitate, ogni due anni, ad eseguire una mammografia di screening nella sede ASL di appartenenza.

E’ importate sottolineare che una corretta attività di prevenzione del tumore mammario mediante screening mammografico consente di ridurre del 35% circa il tasso di mortalità.

In cosa consiste lo screening del tumore al seno?

Il test di screening (test di primo livello) consiste in una mammografia eseguita da Tecnici Sanitari di Radiologia Medica dedicati   e visionato e interpretato da due Medici Radiologi esperti in senologia. L'esame radiologico è di breve durata e consiste nella compressione della mammella, mediante l’utilizzo di mammografi digitali di ultima generazione e sottoposti a controlli di qualità. L’esame non è invasivo e comporta un leggero fastidio. 

Gli esiti dell'esame: cosa accade?

Se l’esito dell’esame risulta negativo la risposta è inviata per lettera all'assistita, insieme all’indicazione del periodo che intercorrerà prima del controllo successivo, solitamente ogni due anni; trascorso questo periodo l'assistita riceverà un’altra lettera di invito personale per effettuare una nuova mammografia. Se, invece, la mammografia richiede ulteriori approfondimenti diagnostici la donna è contattata telefonicamente dall'Unità Organizzativa Screening ed è indirizzata a controllo presso un centro radiologico detto di secondo livello.

Nel periodo che intercorre prima della data concordata (dai 2 ai 7 giorni antecedenti l’esame) la paziente è ricontattata per la conferma dell’appuntamento e per stabilire a quali esami sarà sottoposta e con che tempistiche.

Infine, una volta effettuati tutti gli accertamenti, lo specialista propone all’assistita l’eventuale percorso clinico da intraprendere.

Come aderire al programma?

Tutte le donne, di età compresa tra i 50 e i 69 anni residenti nel territorio di Asl3, ricevono la lettera di invito nella quale sono indicati sede, giorno e ora dell’appuntamento. E’ comunque possibile modificarlo contattando la Segreteria Organizzativa dello screening del tumore mammario. Per tutte le assistite che aderiscono, inoltre, è richiesta la firma del consenso al proprio inserimento nel programma.

Le assistite che aderiscono al programma possono, in qualunque momento, chiedere all'Unità Organizzativa di essere escluse dallo stesso e, in questo caso, non saranno più invitate, fatta salva la possibilità di chiedere il proprio reinserimento.  Tutte le donne che non desiderano aderire al programma ma non comunicano la loro esclusione all'Unità Organizzativa continueranno comunque a ricevere ogni due anni l'invito per il test di screening. In caso di mammografia eseguita nei 12 mesi precedenti all'appuntamento fissato si dovrà contattare l'Unità Organizzativa per posticipare la data dell'esame. È infatti sconsigliato eseguire una mammografia in regime di prevenzione se non sono trascorsi almeno 12 mesi dalla precedente.

L'adesione al programma è libera e tutti gli esami effettuati all'interno del programma sono gratuiti. 

Quali consigli pratici può dare alle donne che si devono recare all'appuntamento?

Il consiglio è di portare con sé durante l’esame di screening eventuali altri esami mammografici eseguiti in precedenza, perché è importante per l’operatore poterli visionare e trascrivere eventuali note nella scheda anamnestica di ciascuna Assistita.

Come è integrato il programma di screening nell'attività diagnostica e terapeutica della Breast Unit Asl3?

Il programma di screening mammografico è totalmente integrato in un percorso di prevenzione, diagnosi e cura del tumore al seno che caratterizza l’attività della Breast Unit di Asl3. Il personale sanitario che svolge attività di diagnostica senologica è adeguatamente formato, costantemente aggiornato e totalmente o prevalentemente dedicato a tale settore. Tutte le sedi sono dotate di apparecchiature di ultima generazione e di recente installazione (mammografi, ecografi, Risonanze Magnetiche). È garantita la gestione dell’urgenza mammaria, caratterizzata da sintomatologia clinica, con presa in carico della paziente entro 72 ore. Infine, in aggiunta agli altri ambulatori di visita senologica settimanali di I e II livello già disponibili presso le sedi di Fiumara e Villa Scassi, è attivo un ambulatorio di visite senologiche ad accesso diretto – la vie en rose presso la stanza n.15 del Palazzo della Salute della Fiumara, per garantire una risposta immediata ai bisogni della donna e una sempre più completa integrazione assistenziale tra Ospedale e territorio. Qui maggiori info: pagina Ambulatorio urgenze senologiche la vie en rose 

A chi rivolgersi

Per qualsiasi informazione o comunicazione inerente lo screening mammografico è possibile rivolgersi ai seguenti recapiti dal lunedì al venerdì dalle ore 7.30 alle ore 12.45

Tel: 010 849 6411
Fax: 010 849 9055
E mail: infoscreening@asl3.liguria.it

È, inoltre, consultabile il sito www.screening.asl3.liguria.it gestito dalla S.S.D. Valutazione ed Organizzazione dello screening per gli aggiornamenti e per tutte le notizie e i recapiti di screening gestiti da Asl3.

Per le sedi di esecuzione esami: vedi pagine Radiologia

Per qualunque ulteriore segnalazione/necessità/informazione senologica il centro di coordinamento della Breast Unit dell’Ospedale Villa Scassi è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.30 ai seguenti recati telefonici: 010  849 2652 - 010 849 2106 o scrivere al seguente indirizzo e-mail: breastunit@asl3.liguria.it 

Informazioni emergenza Coronavirus

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.