centralino unico 010 84911112 numero unico emergenzaChiama il numero verde del CUP 800098543 - numero unico prenotazioni telefoniche

Logo asl 3 genovese

 
Seguici su:

Struttura Semplice Dipartimentale Popolazione a rischio

CARTA DEI SERVIZI

Presentazione

La Struttura cura l'organizzazione dei programmi di screening di popolazione inseriti nei Livelli Essenziali di Assistenza (screening del tumore del colon retto, del tumore della cervice uterina e del tumore mammario). Inoltre si occupa di pianificare e gestire i progetti finalizzati all'offerta di percorsi di prevenzione "personalizzati" per anticipare il più possibile la scoperta di uno stato morboso, con la finalità di assicurare una migliore aspettativa di vita. La Struttura, infine, studia lo sviluppo di percorsi di continuità per la presa in carico delle malattie croniche.

Descrizione delle Attività

Tutti gli esami previsti dal percorso dei programmi di screening organizzato del tumore del colon retto, della cervice uterina e mammario sono gratuiti ed effettuati in sedi individuate da ASL 3 Genovese.

Screening organizzato del tumore del colon-retto
Prevede, per gli assistiti di entrambi i sessi di età compresa tra i 50 e i 69 anni che non hanno sviluppato in precedenza un tumore del colon retto e che non presentano sintomi della malattia, l'esecuzione della ricerca del sangue occulto fecale, ripetuta ogni 2 anni. Queste persone ricevono l’invito a partecipare allo screening direttamente a casa per lettera. Nella lettera d’invito sono indicate tutte le informazioni necessarie per aderire al programma. Se il risultato dell’esame è negativo, la persona riceve la comunicazione direttamente a casa per lettera e, dopo circa 2 anni, la stessa, se sempre assistita da ASL 3, è nuovamente invitata ad eseguire l’esame e così via fino al 69esimo anno di età. Se il risultato dell’esame è positivo, la persona è contattata telefonicamente e le è proposto di proseguire l’approfondimento diagnostico che consiste nel sottoporsi a una colonscopia totale in sedazione cosciente preceduta da un colloquio per la raccolta della storia clinica personale e dall’esecuzione di alcuni esami ematici di base (Ht-INR-aPTT).
La ricerca del sangue occulto fecale è effettuata dal laboratorio analisi di ASL 3 Genovese.
In casi selezionati in base a criteri allineati alle più recenti evidenze scientifiche può essere indicata l’esecuzione di una colonscopia virtuale.
L’elenco delle strutture ASL3 in cui ritirare e consegnare la provetta è disponibile sul sito web www.screening.asl3.liguria.it 

Screening organizzato del tumore della cervice uterina
Prevede l'offerta gratuita di un Pap test ogni 3 anni per le donne di età compresa tra i 25 ed i 64 anni che non risultano aver fatto un PAP test negli ultimi tre anni, anche se vaccinate contro il Papilloma virus (HPV). Se il risultato del PAP test è negativo per assenza di alterazioni cellulari tumorali o pre-tumorali, l’assistita riceve l’esito dell’esame direttamente a casa per lettera, per poi essere ricontattata dopo tre anni e fino al 64esimo anno di età.
Se il PAP test, invece, risulta positivo per alterazioni cellulari tumorali o pre-tumorali, l’assistita è invitata telefonicamente a fare una colposcopia di approfondimento. Se il PAP test evidenza la presenza di cellule alterate di significato incerto (casi ASC-US) l’assistita è invitata telefonicamente ad eseguire un nuovo prelievo vaginale per escludere la presenza di un’infezione genitale da ceppi HPV ad alto rischio di sviluppo di un tumore della cervice uterina (HPV DNA test).
I prelievi vaginali per PAP test e HPV test sono effettuati in ambulatori consultoriali da personale ostetrico esclusivamente di sesso femminile; la colposcopia è effettuata da medici ginecologi di ambo i sessi.

Screening organizzato del tumore della mammella
Prevede l'offerta ogni 2 anni di una mammografia bilaterale in due proiezioni per le donne di età compresa tra i 50 ed i 69 anni, che non hanno sviluppato in precedenza la malattia e prive di sintomi al seno. Se il risultato della mammografia è negativo, l’assistita riceve l’esito dell’esame direttamente a casa per lettera, per poi essere ricontattata dopo tre anni e fino al 64esimo anno di età.
Se il risultato della mammografia è dubbio o comunque meritevole di ulteriori indagini, l’assistita è contattata telefonicamente e le è proposto di proseguire il percorso diagnostico con ulteriori esami tutti effettuati in centri radiologici di ASL3 Genovese (esame clinico, proiezioni mammografiche aggiuntive o TIDI, duttogalattografia, ETG, prelievi cito o micro-istologici, risonanza magnetica, VABB).
La mammografia è eseguita in sei centri da tecnici di radiologia d’ambo i sessi: il medico radiologo non è presente al momento dell’esecuzione dell’esame. A garanzia della qualità del percorso, la refertazione delle mammografie di screening è fatta successivamente da due radiologi in modo indipendente l’uno dall’altro ed in caso di referti discordanti è prevista una terza refertazione. Gli approfondimenti diagnostici sono effettuati in due centri radiologici aziendali dove il radiologo che prende in carico la persona concorda, durante un primo incontro, a quali ulteriori esami sottoporla e con che tempistica.

Particolari attività della struttura

Gruppi tecnici multidisciplinari
La struttura coordina vari gruppi multidisciplinari rappresentativi di tutte le categorie di professionisti che collaborano alle attività degli screening oncologici organizzati (dirigenza medica e non medica, Medici di Medicina Generale, Specialisti Convenzionati Interni, Comparto). Nei tre gruppi vengono condivisi protocolli operativi e percorsi diagnostico-terapeutici basati sulle più attuali evidenze scientifiche e costruiti adeguati sistemi per il loro monitoraggio.

Attività formativa
La SSD Popolazione a rischio, in collaborazione con la S.C. Formazione e Aggiornamento, oltre a svolgere quotidiana attività di “tutorial” e aggiornamento per gli operatori coinvolti a vario livello nella gestione dei programmi di screening, ha approntato 3 corsi FAD uno per screening oncologico, disponibili on line per gli operatori sanitari sul portale formazione dell’intranet aziendale e sul portale pubblico della S.C. Formazione e Aggiornamento.
I corsi FAD sullo screening del tumore del colon retto e del cervicocarcinoma erogano 14 crediti ECM cadauno, il corso FAD sullo screening del tumore della mammella eroga 24 crediti ECM.

Percorso personalizzato di screening del tumore mammario
Il percorso è offerto alle assistite di età compresa tra i 50 e i 69 anni seguite dal Servizio di riabilitazione dell’AISM Liguria in collaborazione con i Medici di Medicina Generale della rete gestionale della persona in riabilitazione per sclerosi multipla. Il progetto prevede l’offerta di un percorso personalizzato alle assistite in fascia di età screening che, per il proprio quadro clinico funzionale, hanno difficoltà di accesso al programma.

Informazioni utili

È disponibile un sito sugli screening oncologici di ASL3 Genovese all’indirizzo www.screening.asl3.liguria.it.

Le informazioni utili per un'adesione libera e consapevole ai programmi di screening del tumore del colon retto, della cervice uterina e mammario sono contenute nelle lettere di invito e sul sito www.screening.asl3.liguria.it.

Non occorre nessuna prenotazione di prestazioni perché ASL 3 invita gli assistiti direttamente a casa per lettera, sia a partecipare ai programmi di screening, sia ad aderire ai percorsi di prevenzione personalizzati e, ove ritenuto opportuno, provvede a prendere contatti telefonici con l’assistito per effettuare ulteriori indagini di approfondimento.

  • Sede e contatti S.S.D. popolazione a rischio (screening)
  • Segnalazioni e reclami

    • Tutela

Informazioni aggiuntive

Ultima modifica giovedì, 22 agosto 2019 12:00

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.