Logo asl 3 genoveseBollino Rosa ospedali italiani vicini alle donne vai al sito http://www.ondaosservatorio.itBollino Rosa ospedali italiani vicini alle donne vai al sito http://www.ondaosservatorio.it ticket web vai al sito: https://ticketweb.regione.liguria.it/cuppay/index.dopagina referti online

 

Cure palliative

Le cure palliative sono gli interventi terapeutici e assistenziali finalizzati, nel loro insieme, alla cura attiva e totale di quei pazienti la cui malattia di base, caratterizzata da una rapida evoluzione e da prognosi infausta, non risponda più a trattamenti specifici.

La curabilità del paziente in fase avanzata di malattia è pertanto il principio guida delle cure palliative. L’obiettivo è prevenire e contenere il più possibile i sintomi dolorosi e invalidanti che possono caratterizzare la fase terminale di malattie irreversibili, come il cancro, e di molte patologie degli apparati respiratorio, neurologico e cardiovascolare.

Le cure palliative:

  • rivolgono l'attenzione prima alla persona, poi alla malattia;
  • tutelano la qualità di vita del paziente e dei suoi familiari;
  • considerano il “morire” un processo naturale e quindi non affrettano né ritardano la morte;
  • perseguono il trattamento del dolore e degli altri sintomi del paziente;
  • integrano gli aspetti psicologici e spirituali nel piano di cura della persona malata;
  • offrono sistemi di sostegno per rendere il più possibile attiva la vita del paziente;
  • supportano la famiglia nel corso della malattia e durante il lutto;
  • offrono interventi di tipo multidisciplinare.

A chi si rivolgono:
Le cure palliative si rivolgono ai pazienti in fase terminale di malattia, affetti da patologie evolutive e irreversibili, definiti dai seguenti criteri contemporaneamente presenti:

  • criterio terapeutico: assenza, esaurimento o inopportunità di trattamenti terapeutici specifici;
  • criterio sintomatico: presenza di sintomi invalidanti che comportino un deterioramento delle condizioni di vita;
  • criterio evolutivo: possibilità di evoluzione rapida della malattia.

Dove si effettuano
A casa
Qualora le condizioni fisiche e psicologiche del paziente lo permettano, l'ambiente abitativo sia idoneo e la famiglia consenziente, le cure palliative possono avvenire nell'ambito domiciliare. L'obiettivo delle cure palliative domiciliari è di garantire ai pazienti che lo desiderano di rimanere a casa propria, assicurando loro la migliore qualità di vita possibile.
Le cure palliative domiciliari sono attivate su richiesta del Medico di Famiglia nel caso in cui la persona malata si trovi già a casa oppure in seguito a dimissioni protette da un reparto ospedaliero, al termine del ciclo terapeutico.

In ospedale/RSA
Tale attività avviene prevalentemente sotto forma di consulenza di medicina palliativa per malati ricoverati presso i vari reparti di degenza e si accompagna alla specifica formazione del personale sanitario sui problemi legati alla fine della vita e sulle possibili strategie terapeutico-assistenziali.

In hospice
L'hospice è una struttura dedicata esclusivamente all'assistenza, in ricovero temporaneo, di pazienti affetti da malattie progressive e in fase avanzata, a rapida evoluzione e a prognosi infausta, per i quali ogni terapia finalizzata alla guarigione o alla stabilizzazione della patologia non risulti possibile o appropriata.
L'hospice accoglie principalmente i pazienti affetti da patologia neoplastica terminale bisognosi di assistenza palliativa e di supporto.
Le finalità dell'hospice sono:

  • garantire un ricovero temporaneo ai malati per i quali le cure domiciliari non siano possibili o appropriate;
  • ottenere un migliore controllo dei sintomi legati alla fase finale della vita, nel caso in cui non sia possibile farlo a domicilio;
  • offrire un periodo di sollievo alle famiglie impegnate nell'assistenza ai pazienti;
  • diventare un punto di riferimento per l'informazione e il supporto agli utenti;
  • svolgere attività di formazione continua al personale.

Attualmente gli hospice presenti nell'area di ASL3 Genovese sono tre: "Maria Chighine" presso IST-San Martino, "Gigi Ghirotti" di Albaro e "Gigi Ghirotti" di Bolzaneto.

Per accedere al ricovero in hospice è bene ricordare che è obbligatoria la valutazione di un medico palliativista della Rete Genovese di Cure Palliative.

In ambulatorio (terapia del dolore cronico, possibilità di sedute di agopuntura)
Con prenotazione tramite CUP con dicitura “terapia antalgica, q.d. Cure Palliative”. Per sapere in quali sedi è erogato il servizio consulta la pagina Sedi e contatti.

Informazioni aggiuntive

  • Dipartimenti: Sanitari territoriali - cure primarie
Ultima modifica il Martedì, 21 Marzo 2017 08:56

Usiamo i cookie per migliorare il sito e l'esperienza utente e il loro uso è essenziale per il corretto funzionamento dello stesso. Per saperne di piu' sui cookie, come cancellarli e come vengono utilizzati, andate nella nostra privacy policy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Modulo informativo EU Cookie Directive